Il Tecnico Ortopedico

3
icona

Il Tecnico Ortopedico è l'operatore sanitario che, in possesso della laurea abilitante, su prescrizione medica e successivo collaudo, opera la costruzione e/o adattamento, applicazione e fornitura di protesi, ortesi e di ausili sostitutivi, correttivi e di sostegno dell'apparato locomotore, di natura funzionale ed estetica, di tipo meccanico o che utilizzano l'energia esterna o energia mista corporea ed esterna, mediante rilevamento diretto sul paziente di misure e modelli. Il Tecnico Ortopedico, nell'ambito delle proprie competenze: addestra il disabile all'uso delle protesi e delle ortesi applicate. Svolge, in collaborazione con il medico, assistenza tecnica per la fornitura, la sostituzione e la riparazione delle protesi e delle ortesi applicate; collabora con altre figure professionali al trattamento multidisciplinare previsto nel piano di riabilitazione; è responsabile dell'organizzazione, pianificazione e qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle proprie mansioni. Il Tecnico Ortopedico esercita la sua attività professionale in strutture sanitarie pubbliche o private.

il posturologo

schiena salute
imagesddd

Il Posturologo è uno specialista che ha affrontato un percorso formativo rendendolo consapevole di quelli che sono i problemi posturali e di come affrontarli nel rispetto della materia e dell’individuo. Per potersi definire posturologi è necessario aver frequentato un Master Universitario in posturologia. La posturologia clinica è la scienza medica che studia la postura e analizza la relazione tra lo squilibrio del sistema posturale e le patologie dell'apparato locomotore. Essere posturologo significa curare tutte le patologie conseguenti ai compensi che il nostro organismo mette in atto in seguito agli squilibri del sistema posturale. In caso di riabilitazione motoria funzionale in atto, si può e deve lavorar anche sul piano della rieducazione funzionale e qui subentra il lavoro del posturologo. 

L' OSTEOPATA

osteopatia-sportivi
trattamenti osteopatici

L’ Osteopata è un terapeuta che lavora per ristabilire l’equilibrio ottimale sul versante articolare, viscerale e fasciale. Il suo scopo è stimolare i meccanismi di autoregolazione e autoguarigione dell'organismo, attraverso massaggi e tecniche manipolative. Si rivolgono all'osteopata pazienti per curare disturbi del sistema muscolo-scheletrico come lombalgie, dolori articolari, tendiniti, contratture, artrosi, mal di schiena e problemi posturali, ernie, dolori da traumi sportivi ma anche disturbi al sistema neurologico e neurovegetativo, digestivo, genito-urinario, circolatorio, respiratorio. Spesso è utile anche per trattare emicranie e cefalee. L'osteopatia è indicata per il ripristino di funzioni reversibili, come il recupero della funzionalità di alcuni organi, Il suo lavoro consiste per prima cosa nell’incontrare il paziente ed effettuare un’accurata anamnesi a partire dal suo disturbo principale e dai suoi sintomi. La visita comprende solitamente un esame posturale e una valutazione dell'apparato locomotore. La valutazione si focalizza in particolare sulla colonna vertebrale, sul bacino e sulla zona craniosacrale. Dopo aver individuato le cause all'origine delle disfunzionalità fisiologiche e le barriere che ostacolano la mobilità e l'elasticità degli organi e delle strutture anatomiche, l’osteopata comunica in maniera chiara al paziente il trattamento proposto: per sciogliere le tensioni, ridurre il dolore e ripristinare la normale mobilità. 

 

 

 

 

 
top